Tinucci Architects

Giardino della Preghiera
Echmiadzin

Il progetto si sviluppa su di u area di 1.000 mq. Nasce dalla volontà di riunire in un luogo raccolto e intimo la folta collezione di “KHATCHKAR”, antiche “steli” scolpite nel tufo raffiguranti la Croce e altri elementi simbolici importanti per la cultura armena. Il luogo di preghiera è sospeso su collinette artificiali. Si accede attraverso una solenne scalinata che enfatizza lo staccarsi dallo “stato terreno” per salire ad un “livello superiore”. Il cielo, le nuvole trasportate dal vento, il sole che nasce e tramonta così come la luna e le stelle sono la copertura naturale di questo Spazio. I muri perimetrali, in mattoni crudi di tufo, creano un confine che impedisce la vista e l’affaccio. Pozzi luce perfettamente circolari dai quali escono i fusti e chiome delle alberature sottostanti, contribuiscono a creare un legame forte e inscindibile con il terreno.

Cliente                                   Privato

Luogo                                    Echmiadzin – Armenia

Collaborazioni                     Co-Progetto Arch. Pietro Corcione

Consulenze

Foto

Anno                                      2016